I rimedi per la cervicale

Le nostre offerte mensili
I rimedi per la cervicale 24 Marzo 2020

Se vi è capitato di soffrire di qualche fastidio alla zona del collo, probabilmente siete stati colpiti da cervicalgia. Comunemente viene chiamata cervicale, ed è un dolore che interessa tutta la prima parte della colonna vertebrale.

Cause e sintomi: scopriamoli insieme

Una delle cause più conosciute che portano a questo tipo di disturbo è il classico colpo di frusta, solitamente dovuto ad un forte impatto. Ma non solo. Anche il sollevamento di pesi in modo errato, uno sforzo mentre facciamo sport e, soprattutto, la cattiva postura che teniamo nella quotidianità, ad esempio, in ufficio davanti al computer, possono provocare un irrigidimento della zona.

I sintomi che ne conseguono come il dolore al collo e alle spalle, mal di testa, vertigini, intorpidimento alle braccia e alle mani e perfino la nausea, sono dovuti alla compressione dei vasi. Impedendo il corretto fluire del sangue lungo le arterie vertebrali e il giusto apporto nei centri nervosi dell’equilibrio, provocano il manifestarsi dei diversi disturbi.

In forma in poco tempo

Niente paura però! Alleviare il dolore e ripristinare una situazione di benessere in breve tempo è possibile. Vediamo come.

  • Terapia farmacologica: nella fase più acuta si possono prendere degli antinfiammatori (FANS) per bocca o tramite appositi cerotti. Utilissimi sono anche i miorilassanti che, sciogliendo la muscolatura, possono aiutare decontrarre la parte ripristinando la giusta mobilità.
  • Terapia strumentale: non deve essere eseguita durante la fase acuta e consiste nel sottoporre la parte ad elettrostimolazione (tens), ultrasuoni, ionoforesi e radarterapia. Queste pratiche servono a scogliere le contratture della fascia muscolare, portandola ad una situazione di rilassamento.
  • Terapia di massaggio: digitopressione, shiatsu, massaggi fisioterapici e agopuntura. Sono tutti rimedi che aiutano a restituire una sensazione di benessere, alleviando il dolore e distendo la zona interessata. Anche in questo caso evitate di eseguire queste pratiche durante la fase acuta di dolore.

Per agire correttamente e non peggiorare la situazione è sempre bene rivolgersi al vostro farmacista di fiducia, che saprà consigliarvi il prodotto e la formulazione migliore per risolvere il problema in modo efficace e veloce.

Ultime news
  • Gambe leggere con le calze a compressione graduata

    30 Maggio 2020

    Soffrite di gambe pesanti e affaticate o avete notato la comparsa di piccoli capillari superficiali?

    Fate attenzione alla circolazione delle gambe: una vita sedentaria, una postura faticosa o una predisposizione genetica possono penalizzare il flusso di sangue attraverso gli arti inferiori.

    Come migliorare la situazione e alleggerire le gambe?

    Con le calze a compressione graduata: speciali collant elastici da indossare durante la giornata, per facilitare il ritorno venoso e aiutare il sangue a risalire su per la gamba.

    A cosa servono le calze a compressione graduata?

    Contro una circolazione pigra ed una stasi venosa degli arti inferiori le calze a compressione graduata esercitano una pressione leggera, ma costante, che dalla caviglia si distende alla coscia.

    Questo capo di abbigliamento funzionale, quindi, attiva il ritorno venoso e favoriscono il drenaggio dei liquidi, alleviando le patologie circolatorie e contrastando il ristagno adiposo e la cellulite.

    Quanti tipi di calze a compressione graduata esistono?

    In farmacia sono disponibili 2 tipologie di calze a compressione graduata:

    • Preventive: hanno una compressione lieve, di circa 18 mmHg e sono indicate a chi sta spesso in piedi o seduto per lavoro, a chi assume contraccettivi orali o soffre di stasi venosa ereditaria.
    • Terapeutiche: hanno una compressione che oscilla dai 19 mmHg ai 50 mmHg circa e che cresce all’aumentare della gravità della patologia in corso.

    Come si indossano le calze a compressione graduata?

    La mattina, appena svegli e con le gambe sgonfie, arrotolate la calza fino all’estremità della punta e, dalle dita del piede, srotolatela lentamente avendo cura che il tessuto aderisca perfettamente alla pelle.

    Per facilitare il gesto cospargete la gamba con del borotalco: in questo modo la pelle sarà più scivolosa e la calza scorrerà più semplicemente.

    Ricordate, infine, di lavare le calze a compressione graduata con attenzione: scegliete programmi delicati e non superiori ai 30° per mantenere inalterate nel tempo elasticità e forza del capo.
  • Come prevenire la formazione delle smagliature

    28 Maggio 2020

    Sono senza dubbio tra gli inestetismi della cute più odiati dalle donne. Tanto detestate, quanto diffuse: le smagliature, infatti, sono tra le più comuni alterazioni del derma che si presentano sulla pelle a seguito della rottura delle fibre di collagene epiteliale.

    Una frattura cutanea che genera una riduzione dello spessore dell’epidermide, provocando le antiestetiche cicatrici lineari.

    Le smagliature compaiono generalmente dopo una gravidanza, a causa dell’aumento del cortisolo. Questo ormone, che cresce durante la gestazione, indebolisce il collagene e le fibre elastiche della pelle, portandola ad inaridirsi e a spaccarsi.

    Non solo in gravidanza: le smagliature possono comparire anche a seguito di una repentina perdita di peso o con il passare del tempo e con l’invecchiamento della cute.

    Cosce, vita e seno sono tra le zone più sensibili alla formazione di smagliature. Tuttavia, anche sull’addome e sui fianchi possono presentarsi i fastidiosi solchi cutanei.

    Cosa fare per prevenire la comparsa delle smagliature?

    Innanzitutto non bisogna dimenticarsi dell’importanza dell’idratazione della pelle. Sia dall’interno che dall’esterno del corpo: bevete almeno due litri di acqua al giorno e applicate con costanza creme idratanti sulla cute. Utilizzate i migliori prodotti presenti in farmacia a base di sostanze elasticizzanti: ideali per aiutarvi a prevenire e curare la formazione delle smagliature sono i cosmetici ricchi di elastina, collagene, vitamina E e acido boswelico. Tutti elementi dall’altissimo potere antinfiammatorio e tonificante per la cute.

    Per le amanti degli olii per il corpo, scegliete quelli a base di oliva, di mandorle e di germe di grano: applicati sulla pelle ogni giorno, vi aiuteranno a bloccare con efficacia l'insorgenza di questo fastidioso inestetismo.
  • Occhi arrossati? Ecco come alleviare l´infiammazione oculare

    26 Maggio 2020

    A meno che non siate dei vampiri, avere gli occhi rossi è il sintomo che qualcosa non va. I motivi dell'arrossamento possono essere innescati da diverse cause: virale, batterica, traumatica o anche allergica. Dalla congiuntivite fino all'uso prolungato di lenti a contatto, sono molti i fattori per cui possono infiammarsi gli occhi.

    L'arrossamento può essere transitorio, quando ha una durata limitata e senza particolari conseguenze, oppure persistente, quando nasce a causa di vere e proprie patologie.

    Fondamentale in questi casi è chiedere sempre consiglio al medico per avere una giusta diagnosi e agire nel modo corretto.

    Come fare per diminuire il rossore?

    Di qualunque natura sia la causa dell'infiammazione è importante fermarla per ripristinare il giusto stato di salute di questa zona delicatissima.

    La prima cosa da fare è non sfregare gli occhi con le mani. Se il rossore è transitorio, potete optare per degli impacchi calmanti naturali oppure utilizzare delle apposite gocce oculari, lacrime artificiali e dei colliri.

    Le gocce oculari sono di fatto dei colliri a base di nafazolina, il principio attivo ad azione decongestionante che, oltre a diminuire e curare lo stato di arrossamento e bruciore, elimina l'irritazione. Per avere sollievo sarà sufficiente applicare, nell'angolo interno dell'occhio, 1 o 2 gocce di questi prodotti, facendo sempre attenzione a non abusarne.

    Utilizzare le gocce con la giusta frequenza e posologia è importante: per questo chiedete sempre consiglio al vostro farmacista di fiducia che saprà indicarvi il modo corretto è più efficace per curare la vostra infiammazione oculare.

Rubriche
  • MASCHERA NUTRIENTE PER IL VISO ALLO YOGURT

    27 Maggio 2020

    Avere una pelle del viso perfettamente nutrita, a volte può sembrare difficile, ma la realtà è che non è impossibile e non è complicato, perché basta semplicemente conoscere i mezzi giusti e utilizzarli con costanza. Oggi il nostro protagonista sarà lo yogurt, un potente nutriente che grazie ai suoi componenti è in grado di risolvere diverse insoddisfazioni legate alla pelle del viso. Infatti aiuta la formazione del collagene, svolge un'azione scrub andando ad eliminare le cellule morte, che si depositano accumulandosi sull'epidermide e attenua visibilmente la comparsa delle rughe rendendo la pelle levigata e compatta.

    E' arrivato il momento di realizzare la nostra maschera naturale allo yogurt, vediamo come si fa e di che cosa abbiamo bisogno.

    Maschera Nutriente allo Yogurt

    Vi occorrono 3 cucchiai di yogurt completamente naturale e 2 cucchiai di miele, dovete mettere il tutto in piccolo contenitore e amalgamare il tutto perfettamente, dopo aver seguito con cura questo passaggio dovete applicare la vostra maschera sul viso asciutto e pulito andando ad evitare solo le labbra e applicandola in dosi non eccessive. Lasciate in posa per 15 minuti, trascorso questo tempo sciacquate via il composto con acqua tiepida. Il consiglio è di ripetere questo trattamento almeno 2 volte a settimana, perché essendo un ottima maschere nutriente naturale più vi applicate con costanza e migliore sarà il risultato sulla vostra pelle.

    Che ne dite è arrivato il momento di regalare un pò di benessere e nutrimento alla pelle del vostro viso in modo naturale? Se la risposta è si, allora non vi resta che entrare in azione

    I rimedi naturali offrono il vantaggio, di essere economici regalando innumerevoli benefici, che provvedono in maniera efficace a risolvere diverse problematiche e in questo caso specifico, abbiamo parlato di bellezza della pelle del viso e abbiamo utilizzato lo yogurt.

    Buon trattamento.

  • PERCHE´ QUANDO SI CORRE IL CUORE BATTE VELOCEMENTE?

    20 Maggio 2020

    Avete deciso, di praticare come sport la corsa? Benissimo, ottima scelta. Ma vi siete mai posti la seguente domanda, del perché quando si corre il cuore batte più velocemente? Sicuramente la maggior parte di voi risponderà, perché aumento lo sforzo fisico, certamente, ma il vero perché qual'è? Scopriamolo, insieme in questo nuovo articolo. Perché, quando si corre il cuore batte più forte.

    Il cuore batte più forte quando si corre, perché c'è bisogno di una maggiore affluenza di sangue, generalmente quando si inizia a svolgere questo tipo di attività fisica e si è fuori allenamento, oppure se si è agli inizi e non si è mai svolta, i battiti del cuore possono subire un aumentano anche se si cammina semplicemente a passi più svelti. Diciamo che lo scarso allenamento, influisce sui battiti cardiaci, ma questo succede perché il correre richiede al cuore di pompare più sangue e per questo i battiti del cuore aumentano notevolmente e si avverte la sensazione di "pulsazione fuori dal petto". Il correre è un tipo di sport, che richiede un intenso lavoro ad ogni singolo muscolo, questi sono ricchi di vasi sanguigni e necessitano di ossigeno ed energia pura. In poche parole, la pompa cardiaca deve aumentare la sua funzione, migliorando la circolazione sanguigna e facendo arrivare ai muscoli il sangue "buono", questo meccanismo, aiuta ad eliminare le sostanze inutili che si possono attaccarsi alla muscolatura (acido lattico).

    Come avete letto in queste brevi righe, adesso sapete, perché quando si corre il cuore batte più velocemente. Lo sforzo incide, ma la motivazione è necessaria per mantenere l'organismo "sano". Più sarete allenati e minore, sarà lo sforzo richiesto al cuore.

    Adesso potete iniziate, tranquillamente a correre, non vi resta che abituare il vostro cuore e non dimenticate mai, che quando correte dovete sempre mantenere un tipo di respiro regolare.

  • L´AGLIO E I SUOI BENEFICI PER LA SALUTE

    13 Maggio 2020

    L'aglio, il suo sapore non è il massimo del piacere, ma è considerato un potente alleato per la nostra salute e, purtroppo per beneficare delle sue proprietà "curative" bisogna consumarlo rigorosamente crudo, perché in questo modo, mantiene intatti i suoi componenti benefici. Infatti, il suo consumo regolare è in grado di donare numerosi vantaggi al nostro organismo, in quanto è depurativo, antisettico, tonifica il cuore e aiuta la circolazione sanguigna a svolgere correttamente la sua funzione. E' inoltre, un vermifugo e antibatterico naturale. Il consiglio se ci riuscite è quello di consumare uno spicchio crudo di aglio al giorno, senza masticarlo e ingerendolo solo aiutandovi con un bicchiere d'acqua. Vediamo le qualità benefiche che l'aglio ci mette a disposizione.

    L'aglio è ricco di un componente che si chiama allicina, il suo principale principio attivo, responsabile del suo odore persistente e grazie a questo elemento, all'interno del nostro organismo è in grado di svolgere una funzione antibatterica proteggendoci dalle possibili infezioni. L'allicina è anche valida in caso di pressione alta, aiuta le arterie a restare pulite e svolge una funzione di vasodilatatrice che protegge dall'ictus. E non finisce qui, perché è in grado di combattere il colesterolo e si occupa di contrastare dai radicali liberi, proteggendo il nostro organismo dall'invecchiamento sia a livello fisico che mentale. L'aglio, inoltre è considerato un antibiotico naturale in grado di eliminare la formazione dei batteri, distruggendoli a distanza di pochi giorni di assunzione.

    Una raccomandazione, l'assunzione dell'aglio non ha controindicazioni ma in presenza di alcune patologie l'utilizzo è sconsigliato, per chi soffre di reflusso gastrico, di gastrite o comunque problemi legati allo stomaco, perché potrebbe provocare irritazioni e bruciore e non indicato assolutamente a chi soffre di pressione bassa, in quanto potrebbe influire abbassandola notevolmente.

    Allora siete Pronti? Un pò di coraggio e assumete uno spicchio d'aglio al giorno regolarmente, per beneficiare dei suoi poteri naturali.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.